Tutta la magia di un programma televisivo in un corso-evento in studio

Durante questo ultimo anno di pandemia, uno tra i settori maggiormente colpiti,  è stato sicuramente quello della formazione.

A causa delle normative anti covid che impongono distanziamento sociale ed altre misure molto stringenti, realizzare o partecipare a corsi ed eventi formativi che si svolgono in un luogo fisico è diventato praticamente impossibile.

Per questo motivo, Alberto Ferrarini, da sempre abituato a garantire giornate di master, consulenze per non fermare la formazione ai suoi corsisti si è rivolto a Stravideo.

Chi è Alberto Ferrarini?

 

Alberto Ferrarini esperto di numerologia, è stato definito il motivatore di tanti campioni dello sport.

Cosa cercava per il suo evento Alberto Ferrarini?

Ferrarini cercava una location per presentare il suo corso, la location però non era la priorità, fungeva solo ed esclusivamente da cornice.

L’aspetto centrale dell’evento era infatti il suo pubblico.
Il risultato che voleva ottenere era quello di riuscire a garantire interazione e partecipazione nonostante di fronte a lui non ci fosse una platea vera e propria.

Per realizzare la richiesta di Ferrarini, il pubblico in sala è stato sostituito da alcune room, all’interno delle quali, le persone collegate potevano essere chiamate ad intervenire, fare domande e dialogare con lui durante tutto il corso dell’evento, bastava accendere il microfono una volta interpellati.

 

Come la produzione ha soddisfatto le richieste?

Lo studio che ospitava le due giornate di corso è stato allestito con tutta l’attrezzatura necessaria per replicare un vero e proprio set televisivo.

 

Sono state montate luci, una regia e sei telecamere dislocate all’interno della sala scelta che acquisivano riprese da diversi punti.

La troupe, seguiva ogni aspetto per garantire la massima resa sotto tutti i punti di vista.

Dopo uno studio accurato, un regista ed altri componenti della troupe, hanno disposto le telecamere all’interno dello studio in modo strategico e ragionato.
In particolare, tra i tanti punti scelti, avevano particolare importanza una telecamera centrale dedicata al palco, una con il dettaglio delle lavagne ed una che riprendeva le room alle spalle della scena.

Dall’inizio alla fine, sono state realizzate ed acquisite le registrazioni da tutte le telecamere presenti al fine di poter creare un eventuale montaggio successivo vario e completo.

Il tecnico luci, oltre a gestire l’illuminazione della scena e dello studio, alternava luci con colori in tema con quelli delle slide.

Anche il fonico era messo a dura prova.
Oltre ad occuparsi dei microfoni del presentatore e degli ospiti, aveva il compito di controllare l’audio delle room, di gestire i microfoni dei partecipanti collegati a queste e di curare la musica durante tutto il corso dell’evento.

Inoltre, per tutte le persone che assistevano all’evento tramite il live streaming, un tecnico addetto, alternando le diverse inquadrature, arricchite da box e grafiche personalizzate, ha garantito la visione di un vero e proprio programma televisivo: di alta qualità, dinamico e coinvolgente.

 

MISSIONE COMPIUTA

Anche in occasione di questo evento Antonio Meraglia ha dedicato uno spazio all’interno della rubrica Missione Compiuta.

Ecco il video: